Fallout di Taylor Swift con Big Machine Records, Scooter Braun e Scott Borchetta: tutto quello che sappiamo

Fallout With Big Machine di Taylor Swift registra tutto ciò che sappiamo

Jim Smeal/BEI/Shutterstock

quindici Spa2_123021_600x338

Non c'è fine in vista per il dramma avanti e indietro nel mezzo Taylor Swift e i dirigenti della sua ex etichetta Big Machine Records Scott Borchetta e Scooter Marrone .

Da giugno 2019, la vincitrice del Grammy è in guerra con i grandi partner commerciali per i diritti sulla musica che ha registrato prima di passare alla Republic Records il novembre precedente. Braun ha acquisito il catalogo arretrato delle registrazioni master di Big Machine e Swift come parte di un accordo stimato di $ 300 milioni.



Poco dopo la notizia dell'acquisizione, la cantante dei Bad Blood è andata su Tumblr per avvisare i fan che ha dovuto fare la scelta straziante di lasciarsi alle spalle il mio passato. Nel suo post sul blog, ha affermato di aver appreso dell'acquisto dei miei maestri da parte di Scooter Braun quando è stato annunciato al mondo e ha chiamato il talent manager per anni di incessante bullismo manipolativo per mano dei suoi clienti Justin Bieber e Kanye West . Ha definito l'accordo il suo scenario peggiore.

Borchetta e la moglie di Braun, Yael Cohen , sono stati tra coloro che hanno pubblicamente confutato le affermazioni nel post di Tumblr, mentre le celebrità comprese Halsey , Kelly Clarkson , Ed Sheeran e Caro si schierò con Swift.

Il dramma alla fine si calmò e Swift pubblicò il suo settimo album, Amante , nell'agosto 2019. Tuttavia, meno di tre mesi dopo, ha smascherato Braun e Borchetta ancora una volta dopo che avrebbero cercato di impedirle di eseguire i suoi vecchi successi agli American Music Awards 2019, dove è stata premiata come Artista del decennio. Ha anche affermato sui social media che i dirigenti hanno rifiutato l'uso della mia vecchia musica o filmati di performance per un documentario Netflix che aveva in lavorazione.

Big Machine ha sbattuto il post di Swift come calcolato, dicendo in una dichiarazione del novembre 2019 che non ha il diritto di impedirle di esibirsi dal vivo da nessuna parte. L'etichetta, tuttavia, non ha affrontato esplicitamente le affermazioni di aver impedito alla pop star di eseguire il suo vecchio materiale.

Sebbene Big Machine non stia bloccando direttamente la sua esibizione, le stanno mettendo un ostacolo per quanto riguarda l'esecuzione di queste particolari canzoni, ha detto l'avvocato dell'industria musicale Erin M. Jacobson Noi settimanali .

La controversia ha fatto nuovamente notizia nel novembre 2020 dopo che Braun ha venduto i maestri di Swift a una società di private equity, Shamrock Holdings, con l'ennesima mossa che secondo lei era stata fatta alle sue spalle.

Scorri verso il basso per una cronologia completa di tutto ciò che sappiamo finora.

Top