La sorella della vittima di stupro di Stanford scrive una lettera a Brock Turner: 'Il danno che hai inflitto è irreversibile'

È il suo turno di parlare. La sorella della vittima che è stata aggredita sessualmente da Brock Turner ha scritto una lettera feroce all'ex nuotatore della Stanford University. Il dichiarazione è stata resa pubblica venerdì 10 giugno, tra gli altri atti giudiziari relativi.

FOTO: Stelle a Corte

Leggi l'articolo

La cosa che mi ha colpito di più è che hai fatto qualcosa a qualcuno che amo che non posso riprendere, ha scritto la sorella della vittima di stupro a Turner. In quest'ultimo anno e mezzo ho vissuto alcuni dei momenti più bassi di tutta la mia vita; Ho provato più tristezza, senso di colpa e rabbia di quanto non abbia mai provato. Ma subirei quello che ho sofferto un milione di volte se ciò significasse che potrei portare via quello che hai fatto a mia sorella. Non posso annullare i tuoi errori e non posso riparare la parte di lei che hai portato via, anche se ha dedicato la sua vita a riparare me quando ho bisogno di lei.

Brock Turner

Brock Turner Università di Stanford



Come riportato in precedenza, Turner, 20 anni, è stato condannato per tre reati di aggressione sessuale dopo aver violentato una donna priva di sensi dietro un cassonetto il 18 gennaio 2015. Inizialmente era stato condannato a soli sei mesi di carcere, ma sconterà solo tre mesi.

FOTO: Foto segnaletiche di celebrità

Leggi l'articolo

La vittima ha accompagnato sua sorella a una festa a cui stava partecipando anche Turner. Turner ha aggredito la donna dopo che la sorella ha lasciato brevemente la festa per portare a casa un altro amico.

Poiché è svenuta, nessuno di noi due sapeva esattamente cosa fosse successo, ha scritto la sorella. Ho dovuto conoscere ogni dettaglio grafico della sua aggressione attraverso un rapporto della polizia che è diventato pubblicamente virale prima che qualcuno ce lo dicesse. Ho dovuto leggere come è stato trovato il suo corpo. Mi resi conto che il motivo per cui non riuscivo a trovarla quella notte, dopo aver controllato ogni stanza della casa della confraternita, dopo aver urlato il suo nome fuori, era perché era rimasta priva di sensi e nascosta dietro un cassonetto. Che era nuda dalla vita in giù.

Ha continuato, Oggi, sono ancora malata a pensarci. Mal di pancia ogni volta che mi viene in mente l'incidente. Sono ancora triste di non essere stato lì per proteggerla. Siamo stati entrambi devastati, siamo rimasti senza parole e abbiamo pianto fino a quando i nostri corpi non si sono esauriti, ha scritto la sorella della vittima. Ogni volta che mia sorella ed io pensavamo di poter prendere le distanze da questo orribile ricordo, i media erano lì per ricordarci in dettaglio la sua aggressione sessuale.

FOTO: Attivisti di celebrità!

Leggi l'articolo

La sorella minore della vittima ha scritto che si è rotta in modo permanente da quando Turner ha aggredito suo fratello non identificato di 23 anni. Nella sua dichiarazione, ha chiesto all'aggressore: Dov'è stato il tuo rimorso? Davvero, davvero: ti senti in colpa perché la stavi aggredendo sessualmente o perché sei stato catturato? ... L'unico dolore che provo per te è che non hai mai conosciuto mia sorella prima di aggredirla. È la persona più meravigliosa del mondo.

Il caso Stanford ha fatto notizia in tutto il mondo dopo che la vittima ha scritto una potente lettera a Turner e l'ha letta ad alta voce in tribunale. In seguito ha incolpato la cultura del partito del college per il suo crimine.

Top