Pete Burns Dead: Dead or Alive Singer muore a 57 anni

Cantante di Dead or Alive Pete Burns è morto per arresto cardiaco domenica 23 ottobre, secondo una dichiarazione pubblicata sul suo Twitter account. Aveva 57 anni.

È con la più grande tristezza che dobbiamo dare la tragica notizia che il [nostro] amato Pete Burns di (Dead or Alive), è morto improvvisamente ieri a causa di un massiccio arresto cardiaco, si legge nella dichiarazione, scritta dal manager di Burns Steve Coy. Tutta la sua famiglia e i suoi amici sono devastati dalla perdita della nostra stella speciale. Era un vero visionario, una bella anima di talento, e mancherà a tutti coloro che hanno amato e apprezzato tutto ciò che era e tutti i ricordi meravigliosi che gli sono rimasti.

FOTO: Celebrity Deaths in 2016: Stars We've Lost

Leggi l'articolo

Non abbiamo più parole, faremo un'ulteriore dichiarazione quando avremo avuto la possibilità di fare i conti con la nostra devastante perdita, prosegue la nota. Vivrà per sempre nei nostri ricordi.



Dead or Alive, fondata da Burns nel 1980, raggiunse il successo mainstream nel 1985 con l'uscita del loro singolo di successo You Spin Me Round (Like a Record). L'immortale classico degli anni '80 è stato poi coperto da Jessica Simpson nel 2006 e interpolato da Flo Rida e Kesha sulla loro collaborazione del 2009 Right Round.

Morto o vivo negli anni

Morto o vivo negli anni '80. Lynn Goldsmith/Corbis/VCG tramite Getty Images

FOTO: Le morti di celebrità più scioccanti di tutti i tempi

Leggi l'articolo

La band britannica ha anche pubblicato brani come Lover Come Back (to Me), In Too Deep e Brand New Lover.

Burns, un intrattenitore androgino e che piega il genere, è tornato di recente sotto i riflettori nel 2006 quando è apparso nel programma televisivo del Regno Unito Grande fratello celebrità, dove ha concluso al quinto posto.

FOTO: I migliori cameo di video musicali di celebrità di sempre!

Leggi l'articolo

Il mese scorso, ha detto al Mail giornaliera che si è fissato con la chirurgia plastica anni fa a seguito di un tentativo di riparare una precedente procedura fallita.

Mi sono reso conto [negli anni '80] ​​che sarei diventato un'entità visiva e che dovevo avere un bell'aspetto, ha detto Burns al notiziario il 14 settembre. Avevo il naso rotto. Ai tempi del punk, qualcuno mi ha dato una testata a Liverpool e la cosa è andata da una parte. Il numero di interventi chirurgici che ho subito è probabilmente 300. Spero che quando avrò 80 anni e andrò in paradiso, Dio non mi riconoscerà.

Top