Il presunto amante gay dello sparatutto di Orlando afferma che la sparatoria in discoteca è stata un atto di 'vendetta'

Un uomo che afferma di essere l'ex amante del tiratore di Orlando Omar Mateen ha dichiarato in una nuova intervista che Mateen ha commesso la sparatoria nel nightclub Pulse il 12 giugno come atto di vendetta.

In un'intervista a Notizie Univision martedì 21 giugno, l'uomo, identificato solo come Miguel, ha parlato della presunta vita segreta di Mateen e di quella che ha descritto come la loro relazione di due mesi di amici con benefici. Ha anche affermato che l'aggressore 29enne era gay al 100% e che sua moglie, Noor Salman, sapeva della sua sessualità.

FOTO: Celebrity Deaths in 2016: Stars We've Lost

Leggi l'articolo

Ho pianto come se non ne avessi idea, ha detto Miguel della sua reazione dopo aver saputo della sparatoria. Ma la cosa che mi fa venire voglia di dire la verità è che non l'ha fatto per terrorismo. Secondo me lo ha fatto per vendetta.



Omar Mateen

Il presunto amante gay di Omar Mateen.

L'uomo, che indossava un travestimento per l'intervista, ha affermato di aver incontrato Mateen nell'ottobre 2015 dopo aver scambiato messaggi sull'app di incontri gay Grindr. Ha descritto l'uomo armato come un ragazzo molto dolce che cercava l'amore.

FOTO: Le morti di celebrità più scioccanti di tutti i tempi

Leggi l'articolo Omar Mateen

Omar Mateen

Adorava i latini, gay latini, con la pelle scura, ma si sentiva rifiutato, continuò Miguel. Si sentiva usato da loro. Ci sono stati momenti nel nightclub Pulse che lo hanno fatto sentire davvero male. I ragazzi lo hanno usato. Questo lo ha davvero colpito. Credo che questa cosa pazza e orribile che ha fatto - sia stata vendetta.

Secondo Miguel, Mateen era arrabbiato dopo che uno dei suoi presunti partner aveva rivelato di essere sieropositivo dopo aver fatto sesso.

FOTO: Celebrity LGBT alleati

Leggi l'articolo

Era terrorizzato di essere stato infettato, ha detto Miguel. Gli ho chiesto: 'Hai fatto un test?' Sì. Andò in farmacia e fece il test. … È uscito negativo, ma non viene fuori subito. Ci vogliono quattro, cinque mesi. Quando gli ho chiesto cosa avrebbe fatto ora, la sua risposta è stata 'Farò loro pagare per quello che mi hanno fatto'.

La sparatoria al Pulse, una popolare discoteca gay, ha provocato 49 morti, più Mateen e 53 feriti. È la sparatoria di massa più mortale nella storia degli Stati Uniti.

Top