Riepilogo finale della serie Mad Men: cosa è successo a Don Draper e a tutti gli altri (spoiler)

Era la fine di un'era domenica sera, come Uomini pazzi alla fine arrivò alla fine della sua corsa di sette stagioni. Gli anni '60 sono finiti, i partner della Sterling Cooper sono dispersi (se non deceduti) e l'iconica silhouette cadente dei titoli di coda dello spettacolo ha finalmente toccato il fondo. Ma è atterrato in piedi o è esploso all'impatto? Ecco cosa è successo quando abbiamo incontrato i nostri uomini (e donne) pubblicitari preferiti per l'ultima volta.

Esci dalle interviste

Il viaggio attraverso il paese di Don è durato così a lungo che nemmeno Roger Sterling ( John Slattery ) può più coprirlo, il che significa che Meredith la deliziosa segretaria ( Stefania Drake ) è senza lavoro. E non è l'unica a lasciare l'azienda: dopo il setup della scorsa settimana, Pete Campbell ( Vincent Kartheiser ) è diretto a Wichita, Kansas, dove un enorme stipendio, un jet privato e la promessa di ricominciare da capo con Trudy ( Alison Briè ) aspetta. Per motivi di chiusura, lo vediamo fare un'ultima visita a Peggy ( Elisabetta Moss ) prima che se ne vada, in modo che possa affidarle la cura del suo cactus (non un eufemismo sessuale) e tutti possiamo apprezzare come la loro relazione si sia sviluppata nel corso di sette stagioni per concludersi qui, in un luogo di vero affetto reciproco e rispetto. Anche in questa scena: l'ultima apparizione sullo schermo di Harry Crane. A differenza di Pete o Peggy, rimane com'è sempre stato: un asino, visto qui che mastica i biscotti.



mad men finale - pete campbell e harry gru

Vincent Kartheiser nel ruolo di Pete Campbell e Rich Sommer nel ruolo di Harry Crane Per gentile concessione di AMC

FOTO: Il cast di Mad Men: come sembrano fuori dal set

Leggi l'articolo

Joan può avere tutto?

Dopo aver preso i soldi e scappare la scorsa settimana, Joan Harris ( Cristina Hendricks ) è pronta a trascorrere il resto della sua vita in una pensione di lusso, vivendola con il fidanzato Richard ( Bruce Greenwood ). Ma dopo un incontro con Ken Cosgrove le apre le porte a una nuova opportunità nel mondo della produzione video, Joan scopre di essere affamata di carriera come sempre e scopriamo che a Richard non piace quanto a Joan piaccia lavorare. Non passa molto (letteralmente, sullo schermo sono circa 60 secondi) prima che sia costretta a scegliere: il lavoro o l'uomo. Speriamo che Richard non abbia lasciato che la porta lo colpisse nel suo didietro perfettamente formato mentre usciva.

Mad Men finale - Christina Hendricks e Bruce Greenwood

Christina Hendricks come Joan Harris e Bruce Greenwood come Richard Burghoff Per gentile concessione di AMC

Risposta: No. Ma Peggy può!

Dopo aver fatto un ingresso diabolico a McCann Erickson la scorsa settimana, Peggy è ancora in movimento: sicura di sé, capace e non accetta shizz dalla dama altezzosa incaricata di distribuire i conti. E mentre un'offerta di collaborazione con la nuova compagnia di Joan sembra che potrebbe buttarla fuori dai binari della pubblicità, in realtà è solo una falsa pista in modo che possa ubriacarsi e divertirsi deliziosamente con Stan ( Jay R. Ferguson .) E questo, ovviamente, è il modo in cui arriviamo al momento migliore e più sdolcinato del finale che i fan non potrebbero osare sperare: Stan che confessa a Peggy di essere innamorato di lei, e Peggy che a sua volta confessa di amarla anche lui. È così dolce ed eccitante, i due si dimenticano quasi completamente della parte in cui Don Draper ha appena chiamato, e potrebbe essere o meno sull'orlo del suicidio in California.

mad men finale - Jay R. Ferguson ed elisabeth moss

Jay R. Ferguson nei panni di Stan Rizzo ed Elisabeth Moss nei panni di Peggy Olson Michael Yarish/AMC

FOTO: Il famigerato rigonfiamento di Jon Hamm

Leggi l'articolo

E parlando di Don...

Uomini pazzi è sempre stato su Don Draper ( Jon Hamm ) e il suo particolarissimo viaggio, iniziato metaforico ma ultimamente diventato anche fisico. Dirigendosi costantemente verso ovest, si ferma nello Utah abbastanza a lungo per partecipare a gare di resistenza nel deserto e mettere ancora un'altra tacca sulla sua colonna del letto ridotta a uno stuzzicadenti, ma una telefonata a Sally ( Kiernan Shipka ) e la notizia della diagnosi di cancro terminale di Betty riporta la realtà a sprofondare. Ha un addio in lacrime e a distanza con la sua ex moglie ( Gennaio Jones ) – che appare senza trucco in questa scena per quella che sembra la prima volta nella storia dello show – e poi reagisce a questa notizia nel tipico stile di Don Draper, ad es. essere sbalordito dalla sua mente.

mad men finale - gennaio Jones

January Jones nel ruolo di Betty Francis Per gentile concessione di AMC

FOTO: I programmi TV sono finiti troppo presto!

Leggi l'articolo

Ma tutto questo è solo un preludio per l'arrivo di Don alla sua destinazione finale: la California, e la casa della nipote di Anna Draper, Stephanie ( Caity Lotz ). (Nota: da qualche parte tra l'attraversamento del confine di stato e l'arrivo alla sua porta, perde anche il suo pseudonimo adottato; per Stephanie, è Dick Whitman.) Ed è qui, all'apice della sua crisi d'identità, che si ritrova nel -Ambiente Don-Draper di un ritiro hippie. C'è yoga, tai chi e meditazione; si parla anche molto di sentimenti, ed è così che Don si ritrova a guardare Stephanie scoppiare in lacrime per il pasticcio che ha combinato nella sua vita.

Tutto quello che faccio è rovinare tutto, singhiozza. La sua giovane vita è una lunga lista di cose che dovrebbe, cose che non poteva fare e non poteva essere. E quando Don le suggerisce di affrontare i suoi problemi nel modo di Dick Whitman/Don Draper - di andare avanti e lasciarsi tutto alle spalle - lei chiama il suo bluff: non funziona in questo modo.

FOTO: Le morti televisive più scioccanti di sempre

Leggi l'articolo

Don finalmente sembra rendersi conto che non ha funzionato in quel modo nemmeno per lui.

Questo è quando Don finalmente chiama Peggy, cercandola nello stesso modo in cui lei lo cercava.

Ho incasinato tutto, dice abbattuto mentre elenca i suoi fallimenti. Ho preso il nome di un altro uomo e non ne ho fatto nulla.

Peggy insiste sul fatto che questo non è vero e che può tornare a casa e lavorare sulla Coca-Cola! Non gli piacerebbe? Ma Don riattacca e Peggy è (comprensibilmente) distratta dal rendersi conto di essere innamorata di Stan. Invece, Don si trova in una crisi catatonica per un po' prima di essere trascinato in un'altra sessione di terapia di gruppo dove ascolta mentre un altro uomo si descrive come invisibile. Questo ragazzo non si è mai sentito visto, non si è mai sentito riconosciuto, il che lo rende sostanzialmente l'anti-Don-Draper. Ma per Don, questo è un momento - e quando abbraccia l'anti-Don e scoppia in lacrime, puoi vedere che doveva essere, perché le tavolozze degli abiti dei due uomini sono in perfetta armonia. (Ehm.)

mad man finale - jon hamm

Jon Hamm nel ruolo di Don Draper Justina Mintz/AMC

Benvenuti negli anni '70

Che ne è di Don? Arriveremo a quella parte tra un momento. Ma prima, un montaggio: è il novembre del 1970. Joan gestisce una società di produzione fuori dal suo appartamento, finalmente il suo capo. Roger è a Parigi, a gustarsi champagne e aragoste con Marie Calvet ( Giulia Ormond ), avendo finalmente trovato la sua compagna ideale (che sembra essere l'ex suocera di Don). Betty è ancora viva e fuma ancora, mentre Sally si dà da fare in cucina con Francis. Peggy lavora fino a notte fonda, con Stan al suo fianco.

E Don? È sulla cima di una collina in California, pronto a salutare un nuovo giorno. Reinventato ancora una volta. Ispirato ancora una volta. E quando la telecamera taglia dal volto sereno di Don Draper a quella pubblicità della Coca-Cola famosa in tutto il mondo - quella sull'insegnare al mondo a cantare, comprargli una Coca-Cola e fargli compagnia - non hai davvero bisogno Uomini pazzi per dirti chi ha inventato quel genio della pubblicità, vero?

Top