Carrie Fisher è morta per apnea notturna e altre cause, afferma il coroner

Carrie Fisher è morta per apnea notturna e una combinazione di altri fattori indeterminati, ha confermato l'ufficio del coroner della contea di Los Angeles al Associated Press venerdì 16 giugno.

Le morti di celebrità più scioccanti di tutti i tempi

Leggi l'articolo

Secondo il medico legale, il Guerre stellari l'attrice, morta lo scorso dicembre all'età di 60 anni, ha mostrato segni di aver assunto più droghe, anche se i funzionari non sono stati in grado di determinare se questi abbiano contribuito alla sua morte. Aveva anche un accumulo di tessuto adiposo nelle pareti delle sue arterie.

Il medico legale ha detto che il modo di morte di Fisher sarebbe stato elencato come indeterminato.



Carrie Fisher

Carrie Fisher partecipa alla proiezione del 54° New York Film Festival 'Bright Lights' a New York City il 10 ottobre 2016. CJ Rivera/FilmMagic

Morti di celebrità nel 2016: le stelle che abbiamo perso

Leggi l'articolo

In una dichiarazione all'AP, il fratello della defunta star del cinema, Todd Fisher , ha affermato di non essere sorpreso dai risultati. Non siamo illuminati. Non c'è niente in questo che sia illuminante, ha detto. Ti direi, dal mio punto di vista, che di certo non ci sono notizie che Carrie si drogasse. Non sono scioccato dal fatto che parte della sua salute sia stata influenzata dalle droghe.

Carrie ha combattuto per molti anni contro la tossicodipendenza e le malattie mentali. Nei suoi libri e nelle sue esibizioni dal vivo, si è apertamente aperta sul fumo di marijuana all'età di 13 anni, sull'uso di LSD a 21 e sulla diagnosi di disturbo bipolare a 24.

La vita di Carrie Fisher in immagini e citazioni memorabili

Leggi l'articolo

[Lei] ha combattuto la tossicodipendenza e la malattia mentale per tutta la sua vita, il Bere Desiderio figlia dell'autore, attrice Billie Pesante , ha dichiarato in una nota a Noi dopo che i risultati del medico legale sono stati rilasciati. Alla fine è morta per questo. Era volutamente aperta in tutto il suo lavoro sugli stigmi sociali che circondano queste malattie. ... Conosco mia madre, vorrebbe che la sua morte incoraggi le persone ad essere aperte sulle loro lotte. Cerca aiuto, lotta per i finanziamenti del governo per i programmi di salute mentale. La vergogna e quelle stigmate sociali sono i nemici del progresso verso soluzioni e, in definitiva, una cura. Ti amo mamma.

Appena un giorno dopo la morte di Carrie, sua madre, l'icona del cinema Debbie Reynolds, morì all'età di 84 anni.

Top